Urquinaona - Catalunya - Universitat - Piazze e ronde | Barcelona Bus Turístic

In occasione della Cursa El Corte Inglés, domenica 7 aprile, il Percorso Rosso e alcune fermate del Percorso Blu subiranno delle modifiche dalle 9 alle 14 circa .Informati nelle fermate.

  • Home
  • Urquinaona - Catalunya - Universitat - Piazze e ronde

Urquinaona - Catalunya - Universitat - Piazze e ronde

Punto di unione tra la Ciutat Vella e l’Eixample

Hola Barcelona, your travel solution

Il centro nevralgico e dei trasporti di Barcellona è composto da 3 piazze e una serie di viali perimetrali (ronde) che separano la Ciutat Vella dall’Eixample. La ronda de Sant Pau, Sant Antoni e de la Universitat e una parte della ronda de Sant Pere seguono il tracciato della muraglia medievale di Barcellona e fungono da linea di demarcazione del distretto di Ciutat Vella.

Cos’è questo complesso di strade e viali?

L’insieme di viali che collegano la Plaça de Catalunya, la Plaça de la Universitat e la Plaça d’Urquinaona e che arriva, da un lato, fino alla Avinguda del Paral·lel e, dall’altro, fino al Passeig de Lluís Companys, seguendo il perimetro delle vecchie mura e separando quartieri dalla struttura molto diversa.

La Plaça de Catalunya è la più centrale e grande delle piazze di Barcellona e costituisce il collegamento tra il nucleo antico della città e l’Eixample. Dalla Plaça de Catalunya partono alcune delle vie principali della città, come La Rambla, il Passeig de Gràcia o la Rambla de Catalunya e attorno e nel sottosuolo si concentrano varie linee della metropolitana, ferroviarie e di autobus.

Dopo la demolizione delle mura nel 1858 fu deciso di urbanizzare la grande spianata che rimaneva tra la Ciutat Vella e quello che doveva essere il nuovo Eixample. La Plaça de Catalunya è stata costruita in due fasi: una che ha avuto inizio nel 1902 e una seconda che si è conclusa in occasione del l’Esposizione Internazionale del 1929. Tra le sculture che si possono trovare nella piazza, spiccano "La Dea" di Josep Clarà, "Il Pastore" di Pablo Gargallo e il monumento a Francesc Macià, presidente del Governo della Catalogna, opera di Josep Maria Subirachs.

Accanto alla Plaça de Catalunya, in quella che era la Porta de Jonqueres delle antiche mura medievali, si trova la Plaça d’Urquinaona, così chiamata in onore di colui che fu vescovo di Barcellona tra il 1878 e il 1883. Nella zona verde centrale è possibile contemplare la "Fontana del Noi dels Càntirs", costruita nel 1912 dallo scultore Josep Campeny i Santamaria. Nella Plaça d’Urquinaona converge via Laietana, che conduce al Passeig de Colom e fa da linea di demarcazione tra il Quartiere Gòtic e il Born e la ronda de Sant Pere, che segue il percorso dell’antica muraglia e arriva fino all’Arc de Triomf, punto di partenza del Passeig de Lluís Companys.

Dall’altra parte di Plaça de Catalunya, parte la ronda de la Universitat che sfocia in Plaça de la Universitat, situata in quella fu la Porta de Tallers delle antiche mura. Sul lato della montagna si trova l’edificio neogotico dell’Università, di Elies Rogent i Amat, mentre il lato mare segna il confine tra l’Eixample e il quartiere Raval.

Nella Plaça de la Universitat ha inizio anche la ronda de Sant Antoni, che deve il suo nome all’antico convento di Sant Antoni ed è un’altra delle vie che seguono il percorso della muraglia medievale e che separano la Ciutat Vella dalla città nuova o Eixample, in questo caso il quartiere di Sant Antoni. La ronda de Sant Antoni sfocia in quella di Sant Pau, costruita sulle mura del 1389 e battezzata in memoria di una porta omonima. La ronda de Sant Pau, che collega con il Paral·lel e il Poble Sec, serve come asse di divisione tra i quartieri di Sant Antoni e del Raval.

 

Come arrivare alla Plaça de Catalunya?

La Plaça de Catalunya è il punto d’origine e conclusione sia del Percorso Blu sia del Percorso Rosso del Barcelona Bus Turístic. Inoltre, la Plaça de Catalunya è anche il punto di partenza delle escursioni del Catalunya Bus Turístic. 

 

Per i più curiosi

  • Sapevi che: La Plaça de Catalunya è stata il centro economico di Barcellona: c’erano niente meno che sette banche. Al momento, resta solo la Banca di Spagna, all’angolo con l’Avenida del Portal de l’Àngel. Il resto si è trasformato in hotel, boutique di moda o grandi magazzini.
  • Consiglio del barcellonese: Per quanto tipico sia tra turisti e stranieri, il Cafè Zurich è ancora il punto d’incontro di molti barcellonesi. Il caffè, che ha una delle terrazze più privilegiate della città, fu inaugurato nel 1862 ed è uno dei più antichi di Barcellona.
  • Imprescindibile per: Calpestare il centro nevralgico della città. È quasi impossibile visitare Barcellona e non passare per una di queste piazze e viali!