Edificio Storico dell’Università di Barcellona | Barcelona Bus Turístic

In occasione della Cursa El Corte Inglés, domenica 7 aprile, il Percorso Rosso e alcune fermate del Percorso Blu subiranno delle modifiche dalle 9 alle 14 circa .Informati nelle fermate.

  • Home
  • Edificio Storico dell’Università di Barcellona

Edificio Storico dell’Università di Barcellona

L’Università che tornò dopo più di un secolo per inaugurare l’Eixample

Hola Barcelona, your travel solution

Oltre a un edificio neogotico, l’Università di Barcellona è un simbolo del ritorno dell’istruzione superiore in città dopo un secolo. Alla fine della Guerra di successione, Filippo V trasformò la vecchia università in una caserma. Più di cento anni dopo, gli studi universitari tornavano a Barcellona in un edificio disegnato da Elies Rogent i Amat.

Perché visitare l’Università?

Lo Studio Generale, il predecessore dell’Università di Barcellona, era stato creato nel XIII secolo seguendo la tradizione degli studi superiori esistenti nei territori della Corona. Nel 1536 iniziò la costruzione della nuova sede degli studi, su un terreno all’inizio de La Rambla, per questo la parte superiore del viale è ancora conosciuta come Rambla dels Estudis. Poco dopo la guerra del 1714, re Filippo V, come ritorsione, trasferì l’università a Cervera e trasformò l’edificio in una caserma militare. Fu solo nel 1842 che Barcellona recuperò la sua università.

Il nuovo edificio fu progettato da Elies Rogent, un amico di Ildefons Cerdà, che a quel tempo aveva appena presentato il suo piano de l’Eixample. Era la prima struttura monumentale della nuova parte della città, e Rogent la creò seguendo lo stile neogotico tipico del periodo e con decorazione neo-araba e bizantina.

L’edificio è ordinato su due corpi laterali: quello a destra, destinato agli studi scientifici e quello a sinistra, agli studi letterari. Inoltre, ha un corpo centrale dove si trovano il paraninfo e la scala d’onore che organizza lo spazio. I chiostri sono costituiti da due piani di portici e da un terzo piano scoperto. I capitelli delle colonne, in stile medievale, sono tutti diversi.

Il paraninfo occupa il centro della composizione architettonica ed è lo spazio più importante, in quanto vi si svolgono gli atti solenni, come le cerimonie di laurea honoris causa o le inaugurazioni dei corsi. A differenza del resto dell’edificio, contiene una decorazione ricca che unisce elementi in stile neo-mudéjar e plateresco. Nella galleria del paraninfo, fa bella mostra lo scudo di Carlo I che presiedeva l’antico Studio Generale de La Rambla, demolito nel 1843. Solo questo emblema è stato salvato.

Oggi l’Università di Barcellona dispone di molteplici centri in città, ma l’edificio storico ospita ancora le facoltà di Filologia e Matematica.

 

Come arrivare all’ Università?

Con il Percorso Blu del Barcelona Bus Turístic, scendendo alla fermata Plaça de Catalunya, si arriverà all'Università di Barcellona, percorrendo carrer de Pelai fino a Plaça de la Universitat.

 

Per i più curiosi

  • Sapevi che: Sui capitelli degli atri vedrete piccoli scudi di colori. Si tratta degli scudi delle diverse province del Regno di Spagna, perché l’edificio fu inaugurato dal re Alfonso XII nel 1874.
  • Consiglio del barcellonese: I giardini dell’Università di Barcellona sono uno dei luoghi più unici della città. Sono una zona verde con un’eccezionale ricchezza botanica, con quasi 250 specie distribuite su una superficie di poco più di 10.000 metri quadrati.
  • Imprescindibile per: Rifugiarsi dal rumore del centro della città, godersi i giardini e passeggiare attraverso i chiostri.