La Rambla | Bus Turistico Ufficiale Barcellona

Il Barcelona Bus Turístic ha aperto la stagione invernale. Consulta gli orari e goditi il percorso.

La Rambla

Il viale per eccellenza dei barcellonesi

Hola Barcelona, your travel solution

La Rambla è indiscutibilmente il viale più conosciuto di Barcellona. Situato in pieno centro storico, unisce il Port Vell di Barcellona alla Plaça de Catalunya. Potrete trovarci bancarelle di fiori, attori di strada, musei, edifici storici e numerosi caffè che danno vita al viale dal mattino presto fino a tarda notte.

Cosa potete visitare su La Rambla?

Oltre alle statue umane, le bancarelle di fiori e le terrazze che formano l'universo unico de Les Ramblas, su entrambi i lati del viale troverete alcuni dei punti con più storia della città, come il Gran Teatre del Liceu, il Mercato della Boqueria o il Palazzo Güell.

La Rambla prende diversi nomi a seconda dei tratti, perciò alcuni chiamano questo viale Les Rambles. Se la percorrete da Plaça de Catalunya fino al Monumento a Colombo scoprirete:

  • la Rambla de Canaletes, con la famosa Fontana di Canaletes, dove i tifosi del Barça si radunano per celebrare le loro vittorie. La tradizione vuole che il visitatore che beve acqua da questa fontana tornerà a Barcellona di nuovo.
  • la Rambla dels Estudis, così chiamata perché, nel secolo XV, ospitava lo Studio Generale o Università. È conosciuta anche come Rambla dels Ocells, perché anticamente vi si trovava il Mercato degli Uccelli. Qui troviamo la chiesa barocca di Betlemme, del 1729; il Palazzo Moja, del 1784; e il palazzo modernista della Reale Accademia delle Scienze e delle Arti, del 1894, che comprende un piccolo osservatorio astronomico e un orologio che segna l’ora ufficiale di Barcellona.
  • la Rambla de Sant Josep o les Flors, l'unico luogo della città dove nel XIX secolo si vendevano fiori e che oggi conserva ancora questa attività, e dove troverete il famoso Mercato della Boqueria e l’unico Museo dell’Erotismo della Spagna. Vi troverete anche il Palazzo della Virreina (1778) e la popolare “Casa degli ombrelli”, con una curiosa decorazione di ispirazione giapponese, del 1858.
  • la Rambla dels Caputxins (o Rambla del Centre), così chiamata per il convento dei frati Cappuccini, va dal Gran Teatre del Liceu fino al Pla del Teatre. È la parte più antica de La Rambla aperta come viale dove si trova il mosaico di Miró, il Palazzo Güell, l’Hotel Oriente, il più antico della città, e la Plaça Reial, dove una volta c'era il convento che dà il nome a questo tratto di strada.
  • la Rambla de Santa Mònica, che tocca il porto, è dove si alza la parrocchia di Santa Monica, il Palazzo Marc, del 1781, l’antica fonderia di cannoni (1777), dove fu costruita la campana più grande della Cattedrale di Barcellona e, alla fine del viale, il Monumento a Colombo. Qui si concentrano le tanto fotografate statue umane.

Maggiori informazioni sulle Ramblas di Barcellona

Le origini delle Ramblas di Barcellona, la lunga arteria della città, risalgono al XVIII secolo. Nel 1766 si decise di costruire un ampio incrocio che avrebbe seguito il percorso dell'antica cinta muraria medievale demolita sei anni prima. Ben presto, la Rambla divenne uno dei centri nevralgici della città. Intorno ad essa si riunivano tutti i tipi di persone, poiché si trattava di un viale molto ampio che si distingueva dagli stretti vicoli degli antichi quartieri della città. 

Le Ramblas sono diventate così famose che attorno ad esse sono stati costruiti i più importanti musei, teatri e palazzi della città, come il Gran Teatre del Liceu o il Palazzo della Virreina, tra gli altri edifici di interesse. 

Per rendere più piacevoli le passeggiate dei cittadini, sono stati piantati alberi per creare ombra. Nel XIX secolo, sono state create le prime bancarelle di fiori, che ancora oggi si possono vedere oltre a negozi, chioschi, negozi di souvenir, caffetterie e ristoranti. 

La Rambla devono il loro nome al canale che portava l'acqua piovana dalle montagne al mare e attraverso la città. Quando si costruì la cinta muraria nel XV secolo, il letto del fiume fu deviato e intorno ad esso furono costruiti conventi, che in seguito, con la distruzione della cinta muraria, furono utilizzati per altri spazi pubblici. 
 

Come arrivare a La Rambla?

Vi potete arrivare dalla fermata Plaça Catalunya, dai Percorsi Blu e Rosso del Barcelona Bus Turístic, che vi lascia a ridosso de Les Ramblas. Avete anche a disposizione la fermata Colom-Museu Marítim del Percorso Rosso, che vi permette di percorrere il viale dal Port Vell.

 

Per i più curiosi

  • Sapevi che: Alla fine del XVIII secolo e fino all'inizio del XXI secolo, era tradizione andare a sedersi su La Rambla per vedere la gente passare. Nel 1781 si potevano già affittare sedie a Pla de la Boqueria e dal 1860 Casa Gay ne installò su tutto il viale. Le più popolari erano quelle che si trovavano vicino alla fontana di Canaletes, che furono tolte nel 2000.
  • Consiglio del barcellonese: Se visitate Barcellona in occasione della festività di Sant Jordi, non potete perdervi le bancarelle di libri e rose de La Rambla.
  • Imprescindibile per: Coloro che cercano movimento. Les Rambles sono piene di vita e di gente, il luogo ideale per vedere tutti i tipi di persone.