Palazzo Güell | Bus Turistico Ufficiale Barcellona

A causa dello sciopero generale del 18 ottobre, il servizio del Barcelona Bus Turístic è sospeso. Ulteriori informazioni.

  • Home
  • Palazzo Güell

Palazzo Güell

La prima grande opera d’arte di Gaudí

Hola Barcelona, your travel solution

La prima opera importante di Antoni Gaudí, dove sperimentò alcuni dei suoi elementi costruttivi più caratteristici. Commissionato dal suo mecenate Eusebi Güell, il Palazzo Güell spicca per la sua imponente facciata, il dispiegamento di forme ornamentali e l’innovativo concetto di spazio e luce.

Perché visitare il Palazzo Güell?

Il Palazzo Güell, nel quartiere Raval, è stata la prima grande costruzione di Antoni Gaudí e una delle prime collaborazioni con il mecenate che in seguito gli avrebbe commissionato la costruzione del Park Güell: Eusebi Güell.

Questo palazzo di 7 piani, concepito come residenza familiare dei Güell, fu costruito tra il 1886 e il 1890 ed è un ottimo esempio di architettura modernista adattata all’uso domestico. La prima cosa che richiama l’attenzione è la sua imponente facciata, dove spiccano due porte monumentali a forma di arco parabolico decorate con una grata in ferro battuto che rappresenta la coda di due serpenti che scendono lungo il perimetro dell’arco fino al livello del suolo. Al centro, tra le due porte, c’è uno scudo con la lettera “E” e un altro con la “G” di Eusebi Güell, in mezzo a una lira dai motivi vegetali.

L’edificio è caratterizzato dalla ricchezza di spazi e un design che segue le linee dell’epoca orientalista dell’architetto, con il predominio delle forme di ispirazione araba, bizantina e mudéjar, sia all’esterno che all’interno, e soffitti con cassettoni in legno e ferro. Dal punto di vista prettamente costruttivo, Gaudí curò fino al minimo dettaglio aspetti come l’illuminazione, la ventilazione o l’isolamento acustico dall’esterno, sperimentando con elementi e procedure nuove che poi avrebbe applicato alle sue opere successive.

Così, la modellazione delle superfici di transizione tra gli archi parabolici e le colonne di marmo nella sala principale anticipa il lavoro con superfici ricurve delle volte della Colonia Güell e della Sagrada Família. Sul tetto ci sono 20 camini concepiti come sculture, un tipo di trattamento che ha un chiaro precedente nella Casa Vicens e nella tenuta Güell, ma che è evidente soprattutto nella Pedrera e nella Casa Batlló. Nel Palazzo Güell fu anche la prima volta in cui Antoni Gaudí usò il trencadís, un rivestimento irregolare a mosaico che finì per essere uno dei suoi tratti caratteristici.

Il Palazzo Güell è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’UNESCO nel 1984.

 

Come arrivare al Palazzo Güell?

Dalla fermata Colón – Museu Marítim del Percorso Rosso del Barcelona Bus Turístic potete passeggiare lungo Les Rambles fino ad arrivare a Carrer Nou de la Rambla, dove si trova il Palazzo Güell.

 

Per i più curiosi

  • Sapevi che: Oltre a rimanere a bocca aperta per le imponenti colonne a forma di fungo con mattoni scanalati che troverete nel sotterraneo del Palazzo Güell, fate caso anche ai dettagli, perché questo spazio è un esempio magistrale dell’abilità di Gaudí. Durante la sua creazione tenne conto della necessità di ventilazione e lo dotò di un sistema di prese d’aria che danno all’esterno della strada e al cortile interno.
  • Consiglio del barcellonese: Il Palazzo Güell organizza itinerari a tema come, ad esempio, un percorso per i 20 camini, nei quali una guida specializzata vi spiegherà in dettaglio alcuni degli aspetti più importanti dell’edificio.
  • Imprescindibile per: Entrare nel complesso dell’opera di Gaudí e comprendere la sua evoluzione.