Zona interna degli isolati | Bus Turistico Ufficiale Barcellona

A causa dello sciopero generale del 18 ottobre, il servizio del Barcelona Bus Turístic è sospeso. Ulteriori informazioni.

  • Home
  • Zona interna degli isolati

Zona interna degli isolati

Oasi recuperate della pianificazione urbanistica della Barcellona di Cerdà

Hola Barcelona, your travel solution

Spazi pubblici progettati da Cerdà come giardini dove gli abitanti potessero socializzare, che sono stati recuperati progressivamente. Sebbene la maggior parte delle zone interne degli isolati originariamente disegnati sul tracciato del piano di Cerdà fossero finiti per essere urbanizzati, alla fine degli anni ‘80 Barcellona lanciò un progetto di recupero che diede alla città nuovi spazi verdi nel mezzo degli isolati dell’Eixample.

Perché visitare le zone interna degli isolati?

Il piano originale di Cerdà per l’Eixample, molto influenzato dalle tesi igieniste, contemplava una riduzione della densità di popolazione nella città, così come un equilibrio tra spazi privati e pubblici che si doveva materializzare nella costruzione di isolati di case in cui si sarebbe costruito solo su due lati, in modo tale che lo spazio interno sarebbe rimasto libero per progettarvi un piccolo giardino dove i vicini potessero socializzare.

Alla fine, tuttavia, la rapida crescita demografica e gli interessi immobiliari distorse il piano originale e la maggior parte degli isolati furono edificati nella loro interezza. Tuttavia, dal 1987 il Comune di Barcellona realizzò un progetto per il recupero ad uso pubblico delle zone interne degli isolati, al fine di fornire ai cittadini aree verdi e ricreative che erano contemplate nella particolare trama urbana ideata da Cerdà.

Oggi troverete giardini o spazi pubblici all’interno degli isolati in tutto l’Eixample di Barcellona, dove è possibile vedere il retro delle case, spesso composto da ballatoi, e godere di uno spazio di tranquillità nel mezzo della città. I più famosi dei diversi distretti sono:

  • Dreta de l’Eixample: I più noti sono la Torre de les Aigües, nel Carrer de Roger de Llúria 56 e i giardini del Palau Robert, nel Passeig de Gràcia 107. Nei giardini di Jaume Perich, situati sulla Gran Via de Les Corts Catalanes 657, troverete un pezzo di arredo urbano unico, la panchina "Lungomare" progettata da Enric Miralles e Benedetta Tagliabue.
  • Nova Esquerra de l’Eixample: Il quartiere ha alcuni dei più grandi giardini interni dell’Eixample, come quelli di Ermessenda de Carcassona, nel Carrer del Comte d’Urgell 145-147. I giardini di Emma di Barcellona, situati su Carrer del Comte Borrell 157 conservano ancora le vecchie palme del Giardino delle Sorelle.
  • Antiga Esquerra de l’Eixample: I giardini più antichi del quartiere sono quelli di Cèsar Martinell, aperti nel 1996 su Carrer de Villarroel 60, e che dieci anni dopo hanno aperto un secondo accesso dalla Gran Via.
  • Sant Antoni: Uno dei giardini più straordinari del quartiere è quello di Tete Montoliu, in Carrer Sepúlveda 88-92, un tributo al mondo sensoriale con diverse trame di pavimentazione, molteplici colori nella vegetazione e gli odori delle piante aromatiche.
  • Sagrada Família: Molti degli attuali giardini interni d’isolato del quartiere si trovano nei terreni che un tempo occupavano fabbriche come la Damm, Myrurgia o l’azienda del legno Gilabert. Segnaliamo i Giardini di Montserrat Roig, che si trovano su carrer de Rosselló 488.
  • Fort Pienc: Un esempio di come, a volte, questi spazi si trasformino in una parte nevralgica della vita dei vicini è la piazza del Fort Pienc, un interno d’isolato irregolare dove si trovano le principali strutture del quartiere.

 

Come arrivare alle zone interne degli isolati?

Troverete interni d’isolati in tutta la città, ma un buon punto di partenza sono le fermate del Percorso Rosso e del Percorso Blu del Barcelona Bus Turístic, che vi lasciano nel cuore dell’Eixample, come Passeig de Gràcia - La Pedrera, Casa Batlló - Fundació Antoni Tàpies o anche Plaça Catalunya, origine e fine dei Percorsi Rosso e Blu del Barcelona Bus Turístic.

 

Per i più curiosi

  • Sapevi che: Una delle più sorprendenti zone interne d’isolato recentemente recuperata è un cortile di aranci che fa parte delle dipendenze della vecchia Casa della Misericordia, nella Ciutat Vella. Fino al 2016 era il cortile della scuola Labouré.
  • Consiglio del barcellonese: I cortili e giardini interni offrono sia un rifugio urbano che una visione intima della vita quotidiana di Barcellona, vi consigliamo di visitarne alcuni!
  • Imprescindibile per: Voyeurs urbani!